Lavori pubblici

Postato in Il Programma

MANUTENZIONE E NUOVE OPERE
Primario impegno della Lista Progetto Feletto sarà quello di occuparsi della manutenzione delle infrastrutture e del paesaggio per mantenere sicuro ed efficiente il patrimonio esistente, realizzato nel tempo con l’impiego di energie e, soprattutto, di denaro pubblico. Con ponderata ciclicità, andranno quindi ribadite le manutenzioni ordinarie curate dall’attuale Amministrazione. 
Per quanto riguarda, invece, il programma di opere pubbliche, la prossima Amministrazione, che si auspica in continuità con l’attuale, proseguirà l’esecuzione di quanto già progettato o programmato, tenendo in debito conto il livello di sostenibilità economica del costo. 
Il tutto senza rinunciare ai sogni: un piccolo auditorium che possa ospitare iniziative musicali, percorsi teatrali ed eventi culturali diversi, una nuova struttura polifunzionale per ginnastica ed attività sportive presso il Parco di Bagnolo, una pista di  atletica che ancora manca a corredo degli impianti sportivi, l’installazione di una pista di pattinaggio sul ghiaccio in uno dei nostri parchi, per un diverso utilizzo nel periodo invernale.

MAGAZZINO COMUNALE
Rimane prioritaria la realizzazione di una struttura da adibire a magazzino comunale per la custodia di materiali, attrezzature e mezzi d'opera, non solo del Comune ma anche della Protezione Civile e delle associazioni locali. La carenza di risorse ha impedito fin qui di provvedere in tal senso. La disponibilità di un locale di proprietà consentirebbe anche di risparmiare l’affitto dei locali attualmente utilizzati.

BIBLIOTECA COMUNALE
Altro intervento necessario è la realizzazione di una nuova Biblioteca comunale, sia per superare le attuali situazioni di interferenza tra il pubblico e la popolazione scolastica sia per assicurare alla scuola nuovi spazi, adeguati alle più moderne esigenze didattiche. 
La Lista Progetto Feletto ritiene che la Biblioteca, fonte di approfondimento e informazione agli utenti e fulcro organizzativo di un ampio ventaglio di eventi culturali, fornisca un servizio essenziale alla cittadinanza oltreché spazi utili agli studenti per confrontarsi e concentrarsi nei propri studi.
Esiste già un progetto che colloca la nuova struttura a fianco della scuola media e quindi ancora all’interno del polo scolastico-sportivo. L’auspicio è che possa trovare il richiesto finanziamento. 

CASETTA DI SAN PIETRO 
Un progetto è pronto anche per il riuso della casetta addossata al campanile dell’antica Pieve di San Pietro di Feletto con cui costituisce un tutt’uno, diventata recentemente di proprietà pubblica tra Consorzio del Quartier del Piave, Comune e Pro Loco di San Pietro.
L’edificio ha ospitato fino agli anni '40 del secolo scorso la scuola elementare della frazione di San Pietro Vecchio e da qualche decennio versa in stato di totale abbandono.
Si tratta ora di trovare il necessario finanziamento, anche in sinergia con i privati, per ristrutturarla e destinarla a punto di informazione e accoglienza turistica, fulcro di un più ampio progetto culturale e ricreativo.

EX CANONICA DI RUA
Sempre impegnativo risulta invece il restauro, anche dal punto di vista strutturale, dello stabile di proprietà comunale denominato ex canonica, adiacente la sede municipale per la quale dovrà continuare la ricerca di fondi e di partners da coinvolgere, prospettando anche un utilizzo sovracomunale.

PARCO DI SAN PIETRO
Ritornando a San Pietro, va approfondita la possibilità di reperire una soluzione tecnica per la pavimentazione dell’arena, oggi in terra battuta e inghiaiata. Considerato che il contesto è di interesse storico e di pregio paesaggistico, l’eventuale intervento dovrebbe essere esteticamente adeguato e, nello stesso tempo, tenere sotto controllo il problema idraulico che caratterizza il sito e ne provoca l’estrema fragilità idrogeologica.

PARCO DI BAGNOLO
Presso il Parco di Bagnolo andrà invece implementata  la dotazione degli attuali arredi con ulteriori strutture per il gioco dei ragazzi e nuovi tavoli, di modo che l’area diventi punto di aggregazione per famiglie e gruppi, fruibile anche per feste ed incontri conviviali. La zona dovrà essere ovviamente dotata di adeguata illuminazione, utilizzabile a richiesta per contenere i costi a carico della collettività.

MARCIAPIEDI E PERCORSI CICLO-PEDONALI PROTETTI
La posa dei marciapiedi fin qui realizzata ha vitalizzato le strade comunali, concedendo la possibilità di condividere tempo libero da godere, in sicurezza, al ritmo naturale del passo dell’uomo. 
L’impegno della Lista Progetto Feletto va quindi nella direzione di proseguire i lavori di collegamento pedonale tra le frazioni. 
Per Santa Maria già esiste un progetto per la prosecuzione del marciapiede esistente fino a Borgo Lozzo; lo stesso potrebbe poi proseguire verso nord fino all’incrocio con via Salera per collegarsi con quello proveniente da San Pietro. Se riuscissimo a scendere con un percorso pedonale anche lungo la via Salera verrebbe chiuso l’anello Rua - San Pietro - Rua e verrebbero di fatto collegate fra loro tre frazioni. 
Ulteriori percorsi protetti dovrebbero poi collegare San Michele con via Fratta verso Santa Maria e con Conegliano verso sud.  
Tali percorsi, punti privilegiati di osservazione del nostro paesaggio, dovrebbero prevedere anche aree di sosta e aggregazione. Lo scopo è stimolare l’interazione tra i cittadini e promuovere senso di appartenenza e compartecipazione.
A seconda delle situazioni, si potrà valutare la creazione di percorsi sterrati a collegamento dei tratti di marciapiedi già posati, che richiederebbero un impiego minore di risorse, utilizzando strade interpoderali, vicinali o pubbliche.
Per garantire la fruibilità diurna, la percorribilità e la sicurezza notturna della pista ciclo-pedonale  Bagnolo – Casotto, si penserà alla piantumazione di nuove alberature e all’installazione di punti di illuminazione.
La Lista Progetto Feletto continuerà a sollecitare il Comune di Conegliano per il completamento della pista ciclo-pedonale lungo la S.P. 38 da Crevada verso Parè. Un primo risultato è stato raggiunto con la recente decisione del Comune di Conegliano di declassare la viabilità di via Ortigara da provinciale ad urbana, modifica indispensabile per poter ridurre la larghezza della carreggiata e recuperare spazio per la mobilità pedonale e ciclabile.
Rimanendo in tema di mobilità appare opportuno l’ulteriore recupero di sentieri già tracciati, adibendone alcuni, laddove possibile, anche al transito di mountain bike e e-bike, in modo tale da consentire attività ricreativa al cittadino e attrarre turismo.
Raccogliendo le istanze degli amici degli animali, andrà individuata un’area ricreativa specificatamente riservata allo “sgambamento” dei cani, anche con eventuale installazione di percorsi “agility dog”.

PIAZZE – AREE URBANE
A Bagnolo, ad integrazione degli interventi che hanno visto la realizzazione del Parco e dei percorsi protetti lungo la statale, sarà migliorata l’area centrale della frazione completando la ristrutturazione della piazza, già parzialmente avviata, allo scopo di garantire decoro urbano, sicurezza e parcheggi. Il progetto complessivo è già stato redatto e la relativa spesa sarà finanziata con l’avanzo di amministrazione 2018, disponibile nella seconda metà dell’anno.
La Lista Progetto Feletto ritiene necessario prevedere la creazione di uno spazio a verde attrezzato anche nella frazione di Santa Maria, attualmente carente di luoghi di aggregazione e svago.

VIABILITÀ
In tema di viabilità, l'impegno delle passate e dell'attuale Amministrazione, ha consentito di provvedere alla sistemazione, con relativa asfaltatura, della maggior parte delle strade comunali nelle diverse frazioni. L’impegno sarà quello di intervenire con sistematicità per il mantenimento del manto stradale provvedendo anche alla sistemazione dei tratti che ancora mancano, in particolare in via Montebianco a Santa Maria e, a Casotto, nell’unica laterale di via Cervano non asfaltata in quanto non ancora resa pubblica.

CIMITERI COMUNALI
L’Amministrazione comunale uscente ha provveduto negli anni alla sistemazione dei quattro cimiteri comunali, intervenendo, in particolare, nell’eliminazione delle barriere architettoniche. Rispetto al prospettarsi della necessità, andranno realizzati nuovi blocchi di ossari, di cui è particolarmente carente il cimitero di Santa Maria.

BANDA LARGA
La Lista Progetto Feletto si curerà di garantire che la disseminazione della fibra e la cablatura nel territorio, progettata a livello regionale, proceda speditamente; in modo tale che San Pietro di Feletto non possa, nemmeno sotto il profilo della connessione internet, considerarsi più zona grigia.
Andranno contestualmente dotati di connessione wi-fi  i luoghi di aggregazione più frequentati  dalla cittadinanza.