Sociale e famiglia

Postato in Il Programma

La Lista Progetto Feletto ribadisce l’impegno volto a tutelare la famiglia, attraverso azioni mirate a sostenerla nei compiti che ad essa fanno carico: la cura dei figli, degli anziani e del nucleo familiare nel suo complesso.
Saranno quindi confermati gli aiuti diretti nelle situazioni di bisogno, il contenimento della compartecipazione delle famiglie alla spesa per i servizi scolastici (mensa, trasporto, doposcuola, ecc.) nonché le iniziative sociali rivolte ai minori (Centri estivi) e agli anziani (soggiorni climatici, ecc.). Con le stesse finalità saranno mantenuti gli aiuti economici alle Scuole materne, che rappresentano un indispensabile supporto per la famiglia oltreché un’istituzione formativa e di crescita per i bambini. Saranno valutate, compatibilmente con le risorse di bilancio, iniziative a sostegno delle coppie con neonati (es. bonus bebè, ecc.). 
Alcune attività dovranno essere ripensate in una prospettiva di sviluppo per rispondere alle cresciute esigenze delle famiglie. Si cercherà di estendere per esempio il tradizionale servizio del Centri estivi di luglio, aggiungendo le ultime due settimane di giugno e la prima di agosto. In questi periodi potrebbero essere organizzati dei “Campi scuola” (CAI, nuoto, esperienze all’estero, soggiorni in Cansiglio, ecc.), ricercando accordi con altri Enti o Associazioni. Si cercherà, nel contempo, di ampliare ulteriormente il numero dei giovani che già collaborano alla gestione del Centro estivo, favorendone la partecipazione sia sotto forma di volontariato sia attraverso incentivi diversi.
Agli anziani, ai quali continuerà ad essere riservata particolare attenzione, saranno sempre assicurati i servizi di cura di cui necessitano nelle attività quotidiane: assistenza domiciliare, consegna di pasti a domicilio, servizio di trasporto e di piccole commissioni, telecontrollo, consegna dei farmaci a domicilio, ecc. 
A favore degli anziani con maggiore autonomia continueranno ad essere organizzati i soggiorni climatici, a prezzi agevolati, e pensati progetti di aggregazione (gruppi di lettura, di gioco) o di attività fisica, come per esempio i “Gruppi Cammino”. Riprendendo un momento di socialità tanto gradito agli anziani, sarà nuovamente organizzata la “Festa della Terza Età”.